Qual’è la differenza fra il B2B e B2C e cosa significano.

La maggior parte delle piccole o medie imprese vendono ad altre aziende o ai consumatori, gli acronimi B2B e B2C rappresentano queste relazioni in forma abbreviata.

Business to Business (B2B)

B2B è l’abbreviazione di business to business cioè da Impresa a Impresa . I prodotti e i servizi di un impresa vengono venduti ad altre imprese. Gli esempi includono agenzie pubblicitarie, web hosting e servizi di progettazione grafica, proprietari che affittano uffici e spazi commerciali. I processi di vendita fra imprese e impresa (B2B)  richiedono più tempo di quanto ne richiedano invece i rapporti tra imprese e consumatori. Il processo decisionale B2B può avvenire a più di un livello. Per esempio, il venditore si incontra con il responsabile di reparto, che deve poi ottenere l’approvazione da parte del proprietario dell’impresa prima che la vendita sia chiusa. Gli affari B2B richiedono la massima seriosità e non si basano sulle preferenze personali.

Business to Consumer (B2C)

B2C è l’abbreviazione di Business to Consumer cioè da Impresa al Consumatore. Con il modello B2C il cliente finale è il consumatore.  Servizio di pulizia della casa, ristoranti e negozi al dettaglio sono esempi di aziende B2C. I siti web che offrono prodotti di consumo sono B2C. Il ciclo di vendita B2C è più breve. Il consumatore è invitato a comprare il prodotto immediatamente. Ad esempio, una madre è alla ricerca di giocattoli educativi. Lei trova il sito, il prodotto, legge le recensioni e compra il giocattolo. Gli acquisti sono effettuati su base emozionale, nonché sulla base del prezzo e del prodotto. Si ottiene un po’ di confusione quando il prodotto è commercializzato per i consumatori, ma passa attraverso diversi passaggi per arrivare al cliente.

B2B e B2C

Un settore può includere aziende sia B2B che B2C. L’industria delle Case editrici è un buon esempio. Gli autori danno i loro manoscritti a editori di libri. Sia l’autore che l’editore di libri sono in un rapporto B2B Tuttavia, le librerie vendono al consumatore finale e sono in un rapporto B2C. Un altro esempio è il cibo. I prodotti alimentari sono commercializzati per i consumatori, ma sono venduti da negozi di alimentari. Sia il fabbricante del prodotto alimentare e il negozio indirizzano le loro promozioni al consumatore finale.

Strategie di marketing

Diverse tattiche di marketing sono utilizzate in B2B e B2C, anche se i metodi di pubblicità, promozioni e la pubblicità sono gli stessi. Se il cliente finale è un business, non contribuirà ad aumentare le vendite le pubblicità su riviste di consumo o dei media generalisti, come la televisione e la radio. Il Marketing è fatto attraverso strade che il l’azienda potrà utilizzare. Ad esempio, pubblicazioni di settore, riviste aziendali, fiere e spettacoli sarebbero più appropriati. Il messaggio di marketing si basa sul valore di servizio e di fiducia. Il mercato B2C  è focalizzato sul prezzo e la soddisfazione emotiva di ottenimento del prodotto.
Fonte: Chron.com